lunedì 16 gennaio 2012

Tassisti inglesi a nudo (a fin di bene)


Considerato il quadro economico italiano, lo spread impietoso, la polemica sulle liberalizzazioni e soprattutto le agitazioni che negli ultimi giorni hanno riguardato proprio la categoria dei tassisti, è quasi ironico che dall'Inghilterra giunga questa news, che ci parla di tassinari ridotti in mutande, anzi, senza neppure quelle, allo scopo di raccogliere fondi di beneficienza con l'ennesimo, trasgressivo calendario che offre nudi inusuali nella loro normalità.

Scopo del calendario è anche quello di dare risonanza alla nuova iniziativa riguardo la sicurezza femminile nelle strade, lanciata dal servizio GetTaxi in collaborazione con il Suzy Lamplugh Trust, fondazione per la tutela delle donne sole costrette a spostarsi per le vie di Londra a tutti gli orari. Un'applicazione che permetterà alle clienti di visualizzare sui loro smartphone l'immagine dell'auto prenotata, dell'autista che sta arrivando, il suo numero di cellulare, più una serie di altre opzioni volte a garantire la sicurezza della persona. L'iniziativa prevede anche che i tassisti si accertino che le loro clienti siano al sicuro dietro una porta chiusa, prima di abbandonare la strada dove le hanno accompagnate. Il calendario, che naturalmente simboleggia l'innocenza e l'assenza di segreti all'interno della rete di taxi in questione, ha coinvolto dodici tassisti selezionati tra centinaia di operatori del settore, e si propone di guadagnare migliaia di sterline per scopi benefici. Ogni tassista è ritratto vicino alla vettura con indosso nient'altro che il cartello indicativo di una strada di Londra a coprire le parti "critiche".
 

L'intero cast di modelli improvvisati è stato ritratto in una foto di gruppo, sotto gli occhi sorpresi di centinaia di turisti e pendolari, di fronte al Tower Bridge. La giornata, pare, fosse davvero fredda. Tuttavia, l'iniziativa è stata svolta con allegria, e si punta molto tanto sulle vendite del calendario 2012, che potrà essere acquistato online su www.gettaxi.co.uk
«Ero piuttosto nervoso, all'inizio» racconta uno dei protagonisti. «Ma sono orgoglioso di avere partecipato all'iniziativa. Ora  non resta che vedere se qualcuno dei miei futuri passeggeri mi riconoscerà con i vestiti addosso.»
Nel video, un Making Off dei lavori. Woof!

 
 

2 commenti:

Adriano ha detto...

ANCORA! ANCORA!

Adriano ha detto...

Bravi!